Cume installà un servitore PXE (boot di rete)

pxe boot

In a prima vita di Linux la a stallazione Hè stata fatta da dischetti è basta, allora simu andati in CD è dopu in DVD è media esterni cume pen drives, ma ci hè un modu assai interessante per installà u grande sistema operativu gratuitu è ​​hè attraversu a rete, apprufittendu di e velocità assai bone chì avemu dispunibili in media oghje (almenu in cità benintesa).

Ma prima di cumincià ci vole à preparà alcune cose, allora in questu post avemu da mostrà cumu installà un servitore PXE in Ubuntu. Per quelli chì ùn sò micca assai cuscenti di questu, dite chì l'acronimu si riferisce à un servitore di ambiente di esecuzione preboot -o in spagnolu 'ambiente d'esecuzione pre-start'- è ciò chì ci permette hè principià un urdinatore remotamente attraversu una interfaccia di rete.

Per questu, ciò chì facemu hè cupià a maghjina ISO di l'installazione à u servitore PXE, ma per questu funziona duveremu montà u servitore, chì hè ciò chì avemu da mostrà in stu tutoriale. È parteremu da a basa chì a nostra squadra hà un indirizzu IP fissu chì hè 192.168.100.1 è un hostname serverpxe.com, ma in più di questu avemu bisognu di un Servitore DHCP in u nostru Ubuntu cusì ci mettimu à u travagliu.

# apt-get update

# apt-get install isc-dhcp-server

Dopu apremu u fugliale di u servitore per edità:

nano / etc / default / isc-dhcp-server

È aghjustemu l'interfaccia di rete di i nostri equipaggiamenti in modu chì sia quella chì riceve e cunnessioni:

[...]

INTERFACES = »eth0 ″

Avà femu listessu cù u schedariu di cunfigurazione:

# nano / etc / dhcp / dhcpd / conf

[...]

opzione nome di duminiu "serverpxe.com";

opzione nome-duminiu-servori "server1.serverpxe.com";

subnet 192.168.1.100 netmask 255.255.255.0 {

gamma 192.168.1.10 192.168.1.30;

router di opzione 192.168.1.1;

opzione broadcast-address 192.168.1.255;

}

time-lease-time 600;

max-lease-time 7200

 

[...]

auturitariu;

[...]

Una volta finita, ci vole rilancià u serviziu DHCP:

serviziu isc-dhcp-server restart

Avà avemu da stallà u servitore PXE stessu, è dopu apremu u so fugliale per edità:

# apt-get install apache2 tftpd-hpa inetutils-inetd

# nano / etc / default / tftpd-hpa

Aghjustemu l'opzione chì ci permette di inizià u daemon:

[...]

RUN_DAEMON = »iè»

OPZIONI = »- l -s / var / lib / tftpboot»

Salvemu è apremu u fugliale di cunfigurazione demone inetd per edità:

# nano /etc/inetd.conf

Aghjustemu u seguitu:

[...]

tftp dgram udp wait root /usr/sbin/in.tftpd /user/sbin/in.tftpd -s / var / lib / fttpboot

Salvemu, è avà hè ora di ricumincià u serviziu:

serviziu tftpd-hpa restart

Per finisce a cunfigurazione di u serviziu, duvemu fà listessu cù u servitore PXE:

# nano /etc/dhcp/dhcp.conf

Aghjustemu u seguitu, à a fine di u fugliale:

[...]

permettenu u boot;

permette bootp;

opzione option-128 codice 128 = stringa;

opzione option-129 codice 129 = testu;

prossimu servitore 192.168.1.100;

nome di schedariu "pxelinux.0";

Salvemu è ripartimu u serviziu:

# serviziu isc-dhcp-server restart

Ci hè menu, è avà duvemu cunfigurà i cartulari in cui emu da muntà l'ISO à quale l'accessu di l'altre squadre.

# mount / dev / sr0 / mnt

cp -avr / mnt / install / netboot / * / var / lib / tftpboot /

mkdir -p /var/www/html/ubuntu14.10

cp -avr / mnt / * /var/www/html/ubuntu14.10/

Dopu editemu u file pxelinux.cfg / configurazione predefinita:

nano /var/lib/tftpboot/pxelinux.cfg/default

Aghjustemu:

[...]
etichetta Linux
kernel ubuntu-installer / amd64 / linux
append ks = http: //192.168.1.100/ks.cfg vga = initrd normale = ubuntu-installer / amd64 / initrd.gz
ramdisk_size = 16432 root = / dev / rd / 0 rw -

Infine, aghjustemu u supportu PXE à u servitore DHCP:

nano /etc/dhcp/dhcpd.conf

Aghjustemu:

[...]
permettenu u boot;
permette bootp;
opzione option-128 codice 128 = stringa;
opzione option-129 codice 129 = testu;
prossimu servitore 192.168.1.100;
nome di schedariu "pxelinux.0";

Hè tuttu, avà simu simpliciamente di cunfigurà l'altri urdinatori da u so BIOS in modu chì possinu principià da a rete, è quandu facenu cusì dumandanu à u nostru servitore PXE a cunfigurazione è pudemu cumincià cù l'installazione.


U cuntenutu di l'articulu aderisce à i nostri principii di etica edituriale. Per signalà un errore cliccate quì.

6 cumenti, lasciate i toi

Lasciate u vostru cummentariu

U vostru indirizzu email ùn esse publicatu.

*

*

  1. Responsabile di i dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopu di i dati: Cuntrolla SPAM, gestione di cumenti.
  3. Legitimazione: U vostru accunsentu
  4. Cumunicazione di i dati: I dati ùn seranu micca cumunicati à terzi, eccettu per obbligazione legale.
  5. Archiviazione di dati: Base di dati ospitata da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: In ogni mumentu pudete limità, recuperà è cancellà e vostre informazioni.

  1.   Erick dijo

    Esempiu: è se vulia chì Win7 sia invece di Ubuntu, postu chì l'aghju fattu cù Ubuntu ma mai cù Win7, Saluti

  2.   feet dijo

    Bonu se l'indirizzu IP di u vostru servitore hè 192.168.1.100 a sottureta deve esse 192.168.1.0.
    D'altra parte, quandu aghjunghjite l'ultimu passu, mi dà un errore, hè trà una parentesi quadrata o hè cusì?

  3.   Nacho dijo

    Salutu, aghju seguitu tutti i passi è dopu avè partizionatu i dischi, quandu hà da stallà si ferma è ùn cuntinueghja micca. Chì pò esse?

  4.   fdsa dijo

    A prossima volta chì scrivite un articulu, rivedelu prima di mandallu perchè hè cazzo di cazzo di merda

  5.   HIROKOSONOY dijo

    DA QUESTE LINIE NON POSSU AVANZÀ AVÀ UBUNTU 16.04 ALCUNI SUGGERENZI ..

    Ci hè menu, è avà duvemu cunfigurà i cartulari in cui emu da muntà l'ISO à quale l'accessu di l'altre squadre.

    # mount / dev / sr0 / mnt

    cp -avr / mnt / install / netboot / * / var / lib / tftpboot /

    mkdir -p /var/www/html/ubuntu14.10

    cp -avr / mnt / * /var/www/html/ubuntu14.10/

    Dopu editemu u file pxelinux.cfg / configurazione predefinita:

    nano /var/lib/tftpboot/pxelinux.cfg/default

    Aghjustemu:

    [...]
    etichetta Linux
    kernel ubuntu-installer / amd64 / linux
    append ks = http: //192.168.1.100/ks.cfg vga = initrd normale = ubuntu-installer / amd64 / initrd.gz
    ramdisk_size = 16432 root = / dev / rd / 0 rw -

    Infine, aghjustemu u supportu PXE à u servitore DHCP:

    nano /etc/dhcp/dhcpd.conf

    Aghjustemu:

    [...]
    permettenu u boot;
    permette bootp;
    opzione option-128 codice 128 = stringa;
    opzione option-129 codice 129 = testu;
    prossimu servitore 192.168.1.100;
    nome di schedariu "pxelinux.0";

    Hè tuttu, avà simu simpliciamente di cunfigurà l'altri urdinatori da u so BIOS in modu chì possinu principià da a rete, è quandu facenu cusì dumandanu à u nostru servitore PXE a cunfigurazione è pudemu cumincià cù l'installazione.

  6.   Tony dijo

    se aghju dighjà un servitore DHCP in Windows Server, hè necessariu installà u servitore DHCP in ubuntu?

bool (veru)