Ardour 6.5 è qui con la correzione di bug critici in Ardour 6.4 e altro

recentemente il lancio di la nuova versione dell'editor audio gratuito Ardore 6.5 progettato per la registrazione, l'elaborazione e il missaggio del suono multicanale.

In origine la versione che doveva essere presentata era la versione di Ardour 6.4, ma è stato sostituito dalla versione 6.5 in poche ore a causa di un problema critico individuato.

Per chi non ha familiarità con Ardour, dovresti sapere che questa applicazione È progettato per la registrazione multicanale, l'elaborazione del suono e il missaggio. C'è una timeline multitraccia, un livello illimitato di inversione delle modifiche durante il lavoro con il file (anche dopo la chiusura del programma), supporto per una varietà di interfacce hardware.

Il programma è posizionato come un analogo gratuito degli strumenti professionali ProTools, Nuendo, Pyramix e Sequoia. Il codice Ardour 6.5 è distribuito sotto la licenza GPLv2.

Principali novità di Ardour 6.5

Questa nuova versione di Ardour 6.5 viene fornito con diversi importanti cambiamenti, tra loro la soluzione all'errore critico per cui la versione 6.4 è stata sostituita dopo poche ore che impedisce l'esportazione della sessione.

Per quanto riguarda i nuovi cambiamenti che si distinguono, possiamo trovare un miglioramento chiave nella nuova versione è il supporto per i plugin in formato VST3, sviluppato da Steinberg Media Technologies e utilizzato nei sistemi di elaborazione del suono professionale per collegare sintetizzatori software ed effetti sonori.

a parte quello i plugin sono compatibili con Linux, Windows e macOS.

L'implementazione di VST3 copre anche le estensioni Presonus utilizzato nei plug-in di Softube Console1 e nei pannelli di controllo audio.

Altri miglioramenti includono il supporto per JACK1 e JACK2 negli assembly per Windows, ha notevolmente accelerato la visualizzazione di tutte le tracce MIDI automatiche.

E questo i file WAV e AIFF ora possono includere tag di metadati sessione (utilizzando tag id3v2 e informazioni WAV).

Infine, per quanto riguarda le correzioni di bug:

  • Eventi MIDI simultanei ordinati correttamente.
  • Controllato l'overflow del buffer MIDI durante l'unione in un buffer vuoto.
  • Risolto un raro ma importante bug di race condition nel codice utilizzato per gestire varie strutture di dati critici in tempo reale.
  • La gestione dei battiti musicali compresi tra 0 e -1 è stata corretta.
  • Risolto il problema con la gestione delle porte del gestore dei trasporti durante il cambio di sessione.
  • Risolto il problema con la diffusione del solo send / sidechain esterno.
  • Correzione della posizione del cursore e del colore del testo durante la modifica degli orologi.
  • Risolto il problema con il ripristino di un singolo implicito durante il caricamento della sessione.
  • Sono state apportate correzioni alla finestra su cui galleggia una GUI di editor / plug-in quando si utilizza una finestra mixer separata.
  • Risolte le dimensioni della finestra AudioUnit per alcuni plugin che non possono essere ridimensionati.
  • Risolti vari problemi durante l'utilizzo di MIDI su ARM (Raspberry Pi).
  • Risolte le operazioni di rimbalzo e blocco
  • Includere il conteggio del canale di uscita principale quando si rimbalza l'output
  • Il lettore di dischi e l'uscita di rete non sono più disabilitati durante il congelamento di una traccia
  • Il misuratore viene ignorato durante il conteggio dei canali

Infine, se vuoi saperne di più su questa nuova versione rilasciata o sul software, puoi consultare il changelog o ottenere maggiori informazioni dal suo sito ufficiale.

Il collegamento è questo.

Come installare Ardour su Ubuntu e derivati?

Per coloro che sono interessati a poter installare Ardour sul proprio sistema, dovrebbero sapere che il pacchetto è all'interno i repository della maggior parte delle distribuzioni, pronto per essere installato, appena con il dettaglio che potrebbe non essere la versione più recente e inoltre questo è solo una versione di prova.

Nel caso di Ubuntu e derivati, il pacchetto è all'interno dei repository.

Detto questo, Se vuoi testare l'applicazione ti lascio i comandi di installazione.

A installa Ardour su Debian, Ubuntu e derivati:

sudo apt install ardour

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.