La nuova versione del browser Google Chrome 78 è già stata rilasciata

Google Chrome-78

La nuova versione è stata appena rilasciata dal popolare browser web Google Chrome 78 e Allo stesso tempo è disponibile anche una nuova versione stabile del progetto gratuito Chromium. Questa nuova versione del browser include diverse nuove funzionalità, come DNS su HTTPS (di cui abbiamo già parlato nel blog), un appunti condiviso, oltre a correzioni di bug nel browser.

Di questi il ​​meccanismo di blocco degli script di XSS Auditor è stato rimosso, che è stato riconosciuto come inefficace (gli aggressori hanno utilizzato metodi per aggirare la protezione di XSS Auditor) e hanno aggiunto nuovi vettori per la fuga di informazioni.

Oltre a innovazioni e correzioni di bug, la nuova versione ha eliminato 37 vulnerabilità. Nell'ambito dell'attuale programma di ricompensa in denaro per il rilevamento di vulnerabilità, Google ha pagato 21 premi di $ 59500 (uno di $ 20,000, uno di $ 15,000, uno di $ 5,000, due di $ 3,000, tre di $ 2,000, cinque di $ 1,000 e cinque di $ 500).

Principali novità di Chrome 78

In questa nuova versione di Google Chrome 78 è stato implementato il supporto sperimentale per "DNS over HTTPS", che sarà abilitato selettivamente per determinate categorie di utenti le cui configurazioni di sistema dispongono già di provider DNS che supportano DoH.

Ad esempio, se un utente ha DNS 8.8.8.8 nella configurazione del sistema, quindi il servizio Google DoH sarà ("https://dns.google.com/dns-query«) Verrà attivato in Chrome, se il DNS è 1.1.1.1, allora Servizio DoH Cloudflare («https://cloudflare-dns.com/dns-query"), eccetera. Per controllare l'inclusione di DoH, viene fornita la configurazione «chrome: // flags / # dns-over-https«.

Negli strumenti di sincronizzazione, apparve un supporto preliminare per una clipboard condivisa tra i diversi dispositivi che hanno il browser installato, questa funzione non è ancora stata attivata per tutti gli utenti. Per le istanze di Chrome collegate da un account, È ora possibile accedere al contenuto degli appunti da un altro dispositivo, condividi anche gli appunti tra i sistemi mobili e desktop.

Il contenuto degli appunti crittografa utilizzando la crittografia end-to-end che non consente l'accesso al testo sui server di Google.

Per alcune categorie di utenti è inclusa la possibilità sperimentale di cambiare il tema del design e personalizzando la schermata che viene visualizzata quando viene aperta una nuova scheda.

Nel menu "Personalizza", visualizzato nell'angolo inferiore destro dello schermo Nella nuova scheda, oltre alla selezione di un'immagine di sfondo, c'è il supporto per cambiare il metodo di progettazione dell'etichetta e la possibilità di cambiare il tema.

I collegamenti possono essere offerti automaticamente in base ai siti aperti più frequentemente, selezionati dall'utente o completamente disabilitati.

È possibile selezionare il tema del design da una serie di temi predefiniti o creare la tua base nella scelta dei colori desiderati nella tavolozza. Per abilitare le nuove funzioni, puoi utilizzare le opzioni «chrome: // flags / # ntp-customization-menu-v2"E"chrome: // flags / # chrome-colors»

Per le aziende, la barra degli indirizzi per impostazione predefinita include la possibilità di cercare file nello spazio di archiviazione di Google Drive. La ricerca viene effettuata non solo dai titoli, ma anche dal contenuto dei documenti, tenendo conto della storia della loro scoperta nel passato.

Anche d'altra parte per il caso di Linux, ci sono stati miglioramenti nel browser, da allora spicca un aumento della velocità di download di 7.5 volte, mentre nel caso di Windows 4.1 volte e in macOS 7.8 volte.

Infine, se vuoi saperne di più sui dettagli di questa nuova versione, puoi verificare le modifiche nel seguente link 

Come installare Google Chrome 78 su Ubuntu e derivati?

Per coloro che sono interessati a poter installare il browser sui propri sistemi, possono farlo seguendo le istruzioni che condividiamo di seguito.

Per questo andremo alla pagina web del browser per ottenere il pacchetto deb e poterlo installare nel nostro sistema con l'aiuto del gestore di pacchetti o da terminale. Il collegamento è questo.

Una volta ottenuto il pacchetto, dobbiamo solo installarlo con il seguente comando:

sudo dpkg -i google-chrome-stable_current_amd64.deb

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.