Rilasciata la versione correttiva di Inkscape 1.0.1

Aver superato vicino quattro mesi dal rilascio della versione 1.0 di Inkscape in quale sono stati apportati una serie di miglioramenti, di cui spiccano i miglioramenti all'interfaccia utente, una nuova modalità di visualizzazione, supporto per schermi HiDPI, nuovi effetti, riprogettazione e traduzione in Python 3 (se sei interessato a conoscere i miglioramenti che sono stati introdotti in questa versione, puoi controllare la pubblicazione che facciamo a riguardo qui sul blog).

E bene, ora è stata rilasciata la prima versione correttiva di questa versione, essendo Inkscape 1.0.1 quella che arriva a correggere errori e carenze identificate nella versione 1.0.

Cosa c'è di nuovo nella versione 1.0.1 di Inkscape?

In questa nuova versione correttiva del software il lavoro è stato fatto corrispondente per aggiungere una finestra di dialogo chiamata "Selettori e CSS" nel «Menu Oggetto /» Selettori e CSS », che offre un'interfaccia per modificare gli stili CSS del documento e offre la possibilità di selezionare tutti gli oggetti associati al selettore CSS specificato.

La nuova finestra di dialogo sostituisce gli strumenti "Gruppi di selezione", che sono stati interrotti in Inkscape 1.0.

Un altro cambiamento funzionale è un plugin sperimentale per l'esportazione di PDF utilizzando Scribus, che fornisce la riproduzione del colore corretta adatta per l'output a colori insieme a:

  • Un profilo colore da utilizzare con i colori nel file
  • Essere in grado di mappare tutti i colori nel documento con il selettore di colori gestito nella finestra di dialogo Riempimento e tratto

E anche sono state apportate modifiche nelle finestre di dialogo, poiché fSono stati migliorati per modificare il livello di ridimensionamento, le proprietà e la scala del documento. Riquadro 3D, gomma, sfumature, nodi, matita e strumenti per l'aggiunta di testo migliorati.

Le correzioni evidenziano la risoluzione del problema con la definizione dei font nel pacchetto in formato Snap.

Delle altre modifiche che sono state introdotte in questa nuova versione correttiva:

  •  AppImage ora include Python 3.8
  • Snap ora utilizza la cache dei caratteri di sistema e quindi trova tutti i caratteri installati
  • Il fattore di correzione dello zoom non dipende più dall'unità di visualizzazione, quindi la correzione funziona bene per i documenti non in mm
  • Lo zoom non causa più artefatti quando nel disegno è presente un percorso con un segmento di arco con un raggio di 0
  • Le scorciatoie da tastiera per cambiare gli angoli nello strumento casella 3D sono state regolate per funzionare come documentato, anche con l'asse Y invertito
  • I cerchi duplicati ora sono chiusi correttamente
  • Il campo del valore di massa non è più disattivato e può essere utilizzato
  • La semplificazione dei punti sfumati selezionati con Ctrl + L ora funziona
  • Anche le scorciatoie da tastiera con il tasto Alt per ruotare gli oggetti funzionano come documentato con l'inversione dell'asse Y.
  • L'ordine degli attributi non è più invertito quando si salva come SVG, quindi ora è più facile confrontare due file SVG
  • Quando si rilascia o si annulla una maschera, gli oggetti non diventeranno più non selezionabili e utilizzeranno il proprio riquadro di delimitazione

Se vuoi saperne di più sulle modifiche apportate in questa versione correttiva puoi andare al seguente link in cui sono tutte le modifiche implementate.

Come installare Inkscape 1.0.1 su Ubuntu e derivati?

Infine, per coloro che sono interessati a poter installare questa nuova versione in Ubuntu e altri sistemi derivati ​​da Ubuntu, dovrebbero aprire un terminale nel sistema, questo può essere fatto con la combinazione di tasti "Ctrl + Alt + T".

E in lei stiamo per digitare il seguente comando con cui aggiungeremo il repository dell'applicazione:

sudo add-apt-repository ppa:inkscape.dev/stable

sudo apt-get update

Fatto questo per installare inkscape, non ci resta che digitare il comando:

sudo apt-get install inkscape

Un altro metodo di installazione è con l'aiuto di pacchetti flatpak e l'unico requisito è avere il supporto aggiunto al sistema.

In un terminale non ci resta che digitare il seguente comando:

flatpak install flathub org.inkscape.Inkscape

 

Una volta completata l'installazione, puoi trovare il programma di avvio dell'applicazione nel menu dell'applicazione.

Infine un altro dei metodi offerti direttamente dagli sviluppatori di Inkscape, è utilizzando il file AppImage che puoi scaricare direttamente dal sito web dell'app.

Nel caso di questa versione è possibile aprire un terminale e al suo interno è possibile scaricare l'appimage di quest'ultima versione digitando al suo interno il seguente comando:

wget https://inkscape.org/gallery/item/21590/Inkscape-3bc2e81-x86_64.AppImage

Fatto il download, ora non ti resta che dare i permessi al file con il seguente comando:

sudo chmod +x Inkscape-3bc2e81-x86_64.AppImage

O allo stesso modo facendo clic secondario sul file e nelle proprietà si fa clic sulla casella che dice Esegui come programma.

E il gioco è fatto, puoi eseguire l'immagine dell'app dell'applicazione facendo doppio clic su di essa o dal terminale con il comando:

./Inkscape-3bc2e81-x86_64.AppImage

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Denis Gabriele suddetto

    Grande!!! E come posso cambiare la lingua nel formato AppImage ... non mi permetterà di passare allo spagnolo

  2.   Aj suddetto

    Questo articolo è da maestri la spiegazione. Registrato per articoli futuri.