Aumenta lo spazio del tuo computer per Ubuntu 18.04 con questi piccoli trucchi

Immagine di un disco rigido tradizionale.

Più tardi questa settimana verrà rilasciata la nuova versione di Ubuntu LTS, una versione chiamata Ubuntu 18.04. Questa nuova versione verrà ricevuta da molti utenti, sia quelli che utilizzano Ubuntu LTS sia gli utenti che utilizzano la versione normale di Ubuntu, ovvero l'attuale Ubuntu 17.10. Ma per molti utenti la modifica causerà loro diversi problemi, molti dei quali dovuti allo spazio o alla memoria interna del computer. L'installazione e vari aggiornamenti riempiono gradualmente il disco rigido, ma è qualcosa che può essere risolto con questi piccoli trucchi, alcuni dei quali sono già noti a molti di voi.

Cancella la cache di APT

Il gestore APT di solito ha uno spazio su disco rigido per contenere i pacchetti che scarica e quindi installa. Può succedere che i pacchetti sono obsoleti perché esiste una versione più recente e l'abbiamo installata anche in Ubuntu. Per calcolare lo spazio che occupa APT dobbiamo scrivere quanto segue nel terminale:

sudo du -sh /var/cache/apt

E ci mostrerà i megabyte utilizzati dai pacchetti. Se è molto affollato, lo svuotiamo con il seguente comando:

sudo apt-get autoclean

Pulisci le immagini create

Ubuntu e Nautilus di solito creare anteprime di immagini e alcuni file come PDF o video. Queste anteprime spesso occupano spazio che può essere liberato, soprattutto se il file a cui fa riferimento è già cancellato o cancellato. Per prima cosa dobbiamo sapere quale spazio occupano, per questo scriviamo quanto segue nel terminale:

du -sh ~/.cache/thumbnails

E se c'è molto spazio, lo puliamo con il seguente comando:

rm -rf ~/.cache/thumbnails/*

Rimuovi i pacchetti orfani

Se siamo utenti molto attivi e ci piace sperimentare con il software, possibilmente abbiamo pacchetti orfani che occupano molto spazio. Per pulire questi pacchetti useremo uno strumento chiamato gtkorphan, simile allo strumento deborphan. Per installare questo strumento dobbiamo scrivere quanto segue:

sudo apt-get install gtkorphan

Una volta installato, dobbiamo cercare con esso i pacchetti orfani ed eliminarli.

Conclusione

Eseguendo queste attività otterremo possibilmente 1 Gb o più di spazio sui nostri dischi rigidi, abbastanza utile per il gestore degli aggiornamenti per scaricare i pacchetti necessari e installare la nuova versione di Ubuntu. E non dimenticarlo Queste attività devono essere eseguite anche dopo l'aggiornamento alla nuova Ubuntu 18.04.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Jorge Ariel Utello suddetto

    I repository sono sempre un dolore…. Testa, finalmente LTS!