Blender 2.83 include più di 1250 correzioni e miglioramenti, conosci i più importanti

La nuova versione di Blender 2.83 il suo lancio è stato annunciato pochi giorni fa e questa nuova versione include più di 1250 correzioni e miglioramenti preparato tre mesi dopo il rilascio di Blender 2.82.

Questa versione di Blender 2.83 è contrassegnato come la prima versione di LTS nella storia del progetto, che può essere considerato come una base stabile, correzioni di bug aggiornamenti per i quali si sono formati entro due anni.

Si prevede di continuare con una pratica simile nei seguenti rami. Ad esempio, dopo Blender 2.83, è iniziato lo sviluppo del ramo di Blender 2.9x, nell'ambito del quale si prevede di pubblicare quattro versioni: 2.90, 2.91, 2.92 e 2.93. La versione 2.93, come la 2.83, sarà LTS.

Nel 2021 è previsto il rilascio della versione 3.0, che segnerà il passaggio a un nuovo schema di numerazione continua dei problemi.

Cosa c'è di nuovo in Blender 2.83?

L'obiettivo principale nella preparazione della nuova versione incentrato sull'ottimizzazione delle prestazioni, in cui è stato velocizzato il lavoro di annullamento, disegno a matita e anteprima. Il supporto del campionamento adattivo è stato aggiunto al motore di Cycles.

Anche aggiunti nuovi strumenti di modellazione per scolpire Pennello per stoffa e set per il viso, è stato implementato un sistema di riduzione del rumore con supporto per acceleratori NVIDIA RTX.

Possiamo anche trovare il file supporto per l'importazione e il rendering di file OpenVDB. Blender può generare file OpenVDB dalla cache di un sistema di simulazione di gas, fumo, fuoco e liquidio trasferirli da applicazioni esterne come Houdini.

Il formato OpenVDB è stato proposto da DreamWorks Animatio e consente di archiviare e manipolare in modo efficiente dati volumetrici sparsi discreti in griglie tridimensionali.

Un altro cambiamento importante è il supporto iniziale per la realtà virtuale, finora limitato dalla possibilità di ispezionare scene 3D utilizzando visori VR direttamente da Blender (solo in modalità di visualizzazione, il cambio di contenuto non è ancora supportato).

Il sostegno si basa sull'implementazione dello standard OpenXR, che definisce un'API universale per la creazione di applicazioni di realtà virtuale e aumentata, nonché una serie di livelli per l'interazione con i computer che riassumono le caratteristiche di dispositivi specifici.

Il motore Cycles implementa la capacità di utilizzo il meccanismo di Soppressione del rumore OptiX nella vista 3D durante l'anteprima, così come nel rendering finale.

L'implemento Grease Pencil è stato completamente riscritto. In generale, il toolkit è diventato molto più veloce e meglio integrato con Blender.

Quando si manipolano oggetti in Grease Pencil, ora viene utilizzato il normale flusso di lavoro, che viene utilizzato anche quando si lavora con mesh poligonali in Blender. I colori dei bordi non sono limitati a un singolo materiale e ogni colore può avere il proprio colore. È stato aggiunto un nuovo motore di rendering per fornire una combinazione di skin.

Il motore di rendering Eevee, aggiunge il supporto per 10 passaggi aggiuntivi per la composizione. L'aggiornamento dell'implementazione della cache di illuminazione ci ha permesso di eliminare gli artefatti nelle cuciture e l'effetto di allungare il tessuto.

Da parte delle funzioni migliorate dell'editor video integrato viene evidenziata un'implementazione della cache del disco, che consente di memorizzare i frame memorizzati nella cache non nella RAM, ma su disco. Le bande forniscono supporto per l'opacità e la capacità di visualizzare in anteprima il suono. Aggiunto un nuovo pannello per regolare l'ultima operazione.

Molti modificatori sono stati espansi e aggiornati, inclusi Corrective Smooth, Ocean, Remesh, Solidify, Surface Deform e Warp.

In 3D Viewport, le operazioni per la selezione di un gran numero di piccoli oggetti sono state migliorate e il sistema di gestione del colore è stato ridisegnato (la composizione è ora eseguita in uno spazio colore lineare).

Come installare Blender 2.83 in Ubuntu e derivati?

Per coloro che sono interessati a poter installare questa nuova versione di Blender, potranno farlo dal suo pacchetto Snap.

Per l'installazione è sufficiente avere il supporto Snap nel sistema e in un terminale digitare il comando:

sudo snap install blender --classic

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.