Come gestire i dispositivi audio con Pavucontrol

pavucontrol

Anche se oggi Linux non è quello che era 3-4 decenni fa, ci sono ancora persone che si sentono perse quando lo fanno interruttore da Windows. Linux è un kernel, e attorno ad esso può esserci e ce n'è molto. Inoltre, le diverse opzioni esistenti per fare la stessa cosa non sempre ci rendono le cose più facili. Uno di questi può essere quello di gestire i dispositivi audio e, se la configurazione di Ubuntu non è all'altezza, possiamo sempre tirare pavucontrol.

Prima di continuare, vale la pena spiegare cos'è Pavucontrol, anche se ben scritto, è in minuscolo. I primi tre acronimi sono PImpulsiAudio Volume. Il pacchetto pavucontrol proviene dal software noto come Pulse Audio Volume Control, che è un mixer o controller del volume per il server audio PulseAudio. A differenza di altri strumenti, questo ci consente di controllare separatamente sia il volume dei dispositivi hardware che ogni riproduzione.

Prima di installare Pavucontrol

Canonical ha cambiato il server audio predefinito da Ubuntu 22.10e PipeWire viene ora utilizzato. È un dettaglio da tenere in considerazione, poiché PulseAudio è un software popolare e potremmo ritenere che il suo utilizzo sia necessario quando non lo è. Infatti nelle ultime versioni di Ubuntu non è nemmeno installato di default. Ma se vuoi gestire i dispositivi audio con Pavucontrol, Il server audio PulseAudio deve essere installato.

Come consiglio, e per coloro che non lo sanno, prima devi fare una passeggiata attraverso Impostazioni/Suono per confermare che ciò di cui hai bisogno non è disponibile per impostazione predefinita in Ubuntu.

Configurazione di Ubuntu, gestione dell'audio

GNOME include già il proprio strumento per gestire i dispositivi audioe ci sono anche procedure di base che possono essere eseguite dal centro di controllo in alto a destra. Da questa sezione possiamo controllare il volume di tutto ciò che viene riprodotto nel nostro sistema operativo. Possiamo persino controllare il volume delle finestre separatamente se accediamo a Livelli volume:

Controlla il volume del suono

È importante chiarire tutto questo a non installare software non necessario. Ora sono anche Ubuntu Kubuntu, Lubuntu e il resto delle versioni ufficiali e non ufficiali. Se ne incontriamo uno che non ha fatto il salto a PipeWire, o non ha nulla con una GUI per gestire i dispositivi audio, o vogliamo ancora più controllo, allora potrebbe essere una buona idea usare Pavucontrol.

Installazione e utilizzo di Pavucontrol

Per installare Pavucontrol su Ubuntu basta aprire un terminale e digitare:

sudo apt installa pavucontrol

Trattandosi di un pacchetto che dipende da PulseAudio, teoricamente quanto sopra dovrebbe installare anche quanto necessario per farlo funzionare.

Una volta installato, puoi cercare "pavucontrol" nel cassetto delle applicazioni, non lo troverai. O se. Se lo cerchi fidandoti della vista non lo troverai, ma il sistema operativo lo mostra se quel testo viene cercato. Quello che succede è che Ubuntu sa che "pavucontrol" è un altro programma che in spagnolo si chiama "PulseAudio Volume Control".

Controllo del volume PulseAudio

Una volta aperto, vedremo 5 schede:

Riproduzione

Scheda di riproduzione Pavucontrol

In questa scheda vedremo tutto ciò che viene riprodotto nel nostro sistema operativo e uno dei motivi per utilizzare Pavucontrol rispetto alle opzioni native. Se guardi lo screenshot qui sopra, Firefox appare due volte. Magia? No. PulseAudio Volume Control è in grado di "vedere" o differenziare le schede del browser, e questo ci permetterà di abbassare il volume di uno di essi senza dover abbassare il volume dell'intera applicazione.

Possiamo anche aumentare il volume, per applicazione e anche per scheda, in modo che superi il 100%. È una possibilità, ma devi stare attento con questa impostazione perché potremmo finire per sentire qualcosa che suona rotto, per non parlare del fatto che gli altoparlanti potrebbero essere danneggiati. In fondo abbiamo le opzioni mostra tutti i flussi, applicazioni e trasmissioni virtuali.

registrazione

Da questa scheda possiamo controllare l'audio di tutto ciò che viene registrato. Logicamente, per questo è necessario registrare dell'audio. Sebbene possa essere controllato da qui, il software di registrazione offre spesso i propri strumenti, quindi lo userei solo se tutto il resto fallisse.

Dispositivi di uscita

Dispositivi di uscita nel controllo del volume PulseAudio

Sebbene questa scheda possa ricordarci la prima, in realtà è molto diversa. La riproduzione ci mostrerà tutto ciò che sta riproducendo separatamente, mentre i dispositivi di output ci permetteranno di controllare quali uscite audio. Ad esempio, gli altoparlanti o le cuffie se li abbiamo collegati. Se abbiamo più di un dispositivo di output collegato, da qui possiamo scegliere quale deve emettere il suono.

Dispositivi di input

Tutto quanto detto nella sezione precedente vale per questo, con la differenza che in questo caso ciò che controlleremo saranno i dispositivi di input audio, come i microfoni, se esterni o quello dalla webcam.

Configurazione

Impostazioni nel controllo del volume Pavucontrol

L'ultima scheda è la scheda Configurazione, e qui possiamo scegliere un profilo audio tra Duplex Analog Stereo, Analog Stereo Output, Analog Stereo Input, Pro Audio e nessun profilo (off).

Alternative a Pavucontrol

Ho già detto che non consiglierei di installare PulseAudio e Pavucontrol nelle ultime versioni di Ubuntu perché è già possibile controllare l'audio dalle impostazioni predefinite e hanno anche fatto il salto a PipeWire in 22.10. Ma se quello che vogliamo è a equalizzatore Per poter modificare l'audio di qualsiasi app in riproduzione nel nostro sistema operativo, ti consiglio di installarla Effetti facili. È simile a PulseEffects, con la differenza principale che Easy Effects è progettato per modificare il suono sotto PipeWire. Se per qualsiasi motivo abbiamo bisogno che sia PulseAudio, c'è PulseEffects; permettere collegamento a flathub Funziona in sicurezza su tutti i sistemi supportati.

Ciò che fanno sia Easy Effects che PulseEffects è controllare il suono di tutto ciò che viene riprodotto sul nostro computer. Ad esempio, può essere utilizzato per equalizzare la musica riprodotta su Kodi, o aumentare i bassi o dare un suono surround ai nostri film ovunque vengano riprodotti.

Spero che questo articolo ti aiuti a capire cos'è Pavucontrol, se è necessario o meno nel tuo caso e quali alternative utilizzare.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.