DeaDBeeF 1.8.3, una versione che risolve molti errori

Gli sviluppatori che sono responsabili dello sviluppo di DeaDBeeF hanno dato conoscere pochi giorni fa il rilascio di la nuova versione di DeaDBeeF 1.8.3. Questa versione include un ampio elenco di correzioni di bug e poche modifiche, quindi questa versione è semplicemente correttiva.

Per coloro che non hanno familiarità con DeaDBeeF, dovresti sapere che questo è un lettore musicale che ha ricodifica automatica della codifica del testo sulle etichette, equalizzatore, supporto per file di riferimento, dipendenze minime, possibilità di controllo tramite riga di comando o dalla barra delle applicazioni.

anche ha la capacità di caricare e visualizzare le copertine, un editor di tag integrato, possibilità flessibili per visualizzare i campi richiesti negli elenchi di brani, supporto per lo streaming di radio Internet, riproduzione senza interruzioni, presenza di un plug-in per la transcodifica dei contenuti.

Il codice sorgente del progetto è distribuito sotto licenza GPLv2. Il lettore è scritto in linguaggio C. e può funzionare con un insieme minimo di dipendenze. L'interfaccia è costruita utilizzando la libreria GTK +, supporta le schede e può essere espanso tramite widget e plug-in.

Cosa c'è di nuovo in DeaDBeeF 1.8.3?

Come menzionato prima, questa nuova versione riesce a correggere molti bug che erano presenti nella versione precedente e da loro possiamo scoprire che un problema di lettura del testo del CD è stato corretto.

a parte quello funzionalità di formattazione del titolo aggiunte: len2, longest, longest, padcut, padcut_right, progress, progress2, right, roman, rot13, shortest, strchr, stricmp, strrchr, strstr, substr, tab, trim.

Anche ha evidenziato che è stato aggiunto l'ordinamento automatico della playlist opzionale, oltre a un'opzione per avviare deadbeef in modalità nascosta / ridotta a icona nel vassoio, a opzione per riprodurre tutti i file non scansionati nella playlist e anche il supporto per la classificazione POPM ID3v2, sia in lettura che in scrittura.

Per quanto riguarda i bug che sono stati risolti, spiccano i seguenti:

  • Risolti alcuni errori di memoria nel formato del titolo
  • Risolto un problema di perdita di memoria nel plug-in AAC
  • Risolto il crash durante la rimozione della playlist dal layout dell'interfaccia utente
  • Aggiunto registro degli errori di caricamento del plugin
  • Aggiunto rilevamento e ignora i file MP3 in formato libero
  • Playlist non registrate Carica messaggi di debug
  • Risolto il problema con l'eliminazione dei file utilizzando il menu contestuale della scheda playlist
  • Risolti numerosi arresti anomali e perdite di memoria all'apertura del menu contestuale della playlist
  • Risolto bug di ripristino che ne causava l'attivazione per impostazione predefinita
  • Risolto bug nel calcolo del tempo trascorso nel replay dell'interfaccia utente dello scanner
  • Risolto un bug di overflow dello stack durante la scrittura di ID3v1
  • Risolto un problema con i divisori che non raggiungevano i bordi della vista
  • Risolto il problema di escape delle virgolette singole in ShellExec
  • Risolto il problema con la finestra di dialogo Aggiungi posizione che non aggiungeva l'URL

Infine se vuoi saperne di più, puoi controllare i dettagli nel seguente link 

Come installare DeadBeef 1.8.3?

Se desideri installare questo lettore musicale sui tuoi sistemi, devi seguire le istruzioni che condividiamo di seguito. Per adesso il lettore è disponibile solo per la compilazione dal suo codice sorgente, che puoi scaricare dal link sottostante.

Sebbene esista anche un repository di applicazioni, che non richiederà molto tempo per aggiornare la nuova versione.

Per eseguire l'installazione dobbiamo aggiungere il repository dell'applicazione nel nostro sistema, cosa che possiamo fare aprendo un terminale con Ctrl + Alt + T ed eseguendo i seguenti comandi al suo interno.

Prima aggiungiamo il repository con:

sudo add-apt-repository ppa:starws-box/deadbeef-player

Diamo entrare per accettare, ora aggiorneremo l'elenco dei repository e delle applicazioni con:

sudo apt-get update

E infine procediamo all'installazione del player con il seguente comando:

sudo apt-get install deadbeef

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.