DeadBeeF 1.9.0 è già stato rilasciato e queste sono le sue novità

recentemente è stata annunciata l'uscita della nuova versione del lettore musicale «DeaDBeeF 1.9.0»., una versione che arriva quasi 9 mesi dopo il rilascio della versione correttiva 1.8.8. In questa nuova versione che viene presentata, sono state apportate una serie di importanti modifiche, oltre a varie correzioni di bug.

Per coloro che non hanno familiarità con DeaDBeeF, dovresti sapere che questo è un lettore musicale che ha ricodifica automatica della codifica del testo sulle etichette, equalizzatore, supporto per file di riferimento, dipendenze minime, possibilità di controllo tramite riga di comando o dalla barra delle applicazioni.

anche ha la capacità di caricare e visualizzare le copertine, un editor di tag integrato, possibilità flessibili per visualizzare i campi richiesti negli elenchi di brani, supporto per lo streaming di radio Internet, riproduzione senza interruzioni, presenza di un plug-in per la transcodifica dei contenuti.

Principali nuove funzionalità di DeaDBeeF 1.9.0

In questa nuova versione viene evidenziato che è stato aggiunto il supporto HTTPS implementato nelle build portatili utilizzando libmbedtls. Il caricamento da Last.fm è stato modificato in HTTPS per impostazione predefinita.

Un'altra modifica che spicca è che è stato aggiunto il supporto per il riavvolgimento di file lunghi per i formati Opus e FFmpeg, nonché l'aggiunta della "modalità di progettazione" per l'interfaccia basata sul framework Cocoa.

Si segnala invece che viene proposta una nuova visualizzazione dell'analizzatore di spettro e degli oscillogrammi, oltre all'aggiunta di un pannello con le impostazioni di visualizzazione e alla rimozione di alcuni file con traduzioni.

Oltre a questo, possiamo anche scoprire che è stata aggiunta l'interfaccia GTK per l'edizione tabulare dei campi in più tracce selezionate contemporaneamente e che è stato aggiunto anche un pulsante "+" alla scheda della playlist per creare una nuova playlist .riproduzione.

Del altri cambiamenti che risaltano di questa nuova versione:

  • È stato proposto un nuovo downloader di copertine degli album.
  • Il menu contestuale offre la possibilità di regolare la scala del controllo del volume (dB, lineare, cubico).
  • Configurazione DSP migliorata nell'interfaccia GTK.
  • Gestione migliorata dei file MP3 danneggiati.
  • Aggiunte: nuove visualizzazioni Scope e Spectrum Analyzer
  • Aggiunto: Migliorate le preferenze DSP dell'interfaccia utente GTK (Saivert)
  • Risolto: prestazioni scadenti durante il salvataggio di playlist e file di configurazione
  • Aggiunto: gestione migliorata dei file MP3 non validi
  • Aggiunto: lo scrobbler Last.fm utilizzerà HTTPS per impostazione predefinita

Infine se sei interessato a saperne di più su questa nuova versione, puoi controllare i dettagli nel seguente link

Come installare DeadBeef 1.9.0 su Ubuntu e derivati?

Se vuoi installare questo lettore musicale sui tuoi sistemi, devi seguire le istruzioni che condividiamo di seguito. per adesso, il player è disponibile solo dal suo eseguibile, che puoi scaricare dal link sottostante.

Una volta terminato il download, devono decomprimere il pacchetto, cosa che possono fare da un terminale. Per fare ciò, devono aprirne uno (possono farlo con i tasti di scelta rapida Ctrl + Alt + T) e in esso si posizioneranno nella cartella in cui hanno scaricato il pacchetto e digiteranno il seguente comando:

tar -xf deadbeef-static_1.9.1-1_x86_64.tar.bz2

Fatto ciò, ora devono entrare nella cartella risultante e possono aprire il lettore con il suo file eseguibile che si trova all'interno della cartella, concedendo i permessi di esecuzione con:

sudo chmod +x deadbeef

E facendo doppio clic su di esso o dallo stesso terminale con:

./deadbeef

Sebbene ci sia anche un repository di applicazioni, che non impiegherà molto ad aggiornare la nuova versione. Per eseguire l'installazione dobbiamo aggiungere il repository dell'applicazione nel nostro sistema, cosa che possiamo fare aprendo un terminale con Ctrl + Alt + T ed eseguendo i seguenti comandi al suo interno.

Prima aggiungiamo il repository con:

sudo add-apt-repository ppa:starws-box/deadbeef-player

Diamo entrare per accettare, ora aggiorneremo l'elenco dei repository e delle applicazioni con:

sudo apt-get update

E infine procediamo all'installazione del player con il seguente comando:

sudo apt-get install deadbeef

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.