Installa Spotify su Ubuntu e derivati

Spotify su Linux

Spotify è diventato uno dei più famosi servizi di streaming musicale, Non c'è dubbio. Grazie alla grande quantità di pubblicità lanciata dal servizio in diversi media così come gli accordi che è riuscita a stabilire con alcune società.

anche d'altra parte è il supporto che il giocatore è stato dato alle diverse piattaforme come dispositivi mobili e sistemi operativi. Per il nostro amato sistema Ubuntu abbiamo il client Spotify ufficiale quindi non è necessario ricorrere a un client di terze parti.


In questo possiamo godere del servizio che Spotify ci offre, con il quale se hai un account gratuito hai la possibilità di ascoltare la tua musica, ma in cambio di avere pubblicità nel player.

Inoltre di tanto in tanto sentirai annunci, non sarai in grado di scaricare musica e abilitare alcune funzioni extra.

Dall'altro c'è il servizio premium con cui vengono eliminate queste suddette restrizioni, oltre al fatto che puoi controllare il lettore da un altro dispositivo, ovvero un telecomando in poche parole.

Per chi ancora non conosce il servizio In breve, posso dirti che Spotify è un programma multipiattaforma, come ho accennato prima, può essere utilizzato su Windows, Linux e MAC, oltre che su Android e iOS.

In esso puoi goderti l'ascolto della musica con l'unico requisito di avere una connessione Internet, dato dal tipo di servizio che è.

Ha un grande repertorio di artisti e dischi che puoi trovare disponibili per l'ascolto.

Inoltre l'applicazione funge da social network, dove puoi seguire i tuoi artisti preferiti e puoi essere informato sulle nuove uscite, così come sugli eventi vicino a te.

Per installarlo nel nostro sistema abbiamo due opzioni.

Come installare Spotify su Ubuntu e derivati?

Per l'installazione di Spotify sul nostro sistema, dobbiamo aprire un terminale ed eseguire i seguenti comandi, dobbiamo prima aggiungere il repository al sistema:

echo deb http://repository.spotify.com stable non-free | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/spotify.list

Quindi procediamo all'importazione delle chiavi:

sudo apt-key adv --keyserver hkp://keyserver.ubuntu.com:80 --recv-keys 0DF731E45CE24F27EEEB1450EFDC8610341D9410

Aggiorniamo il repository:

sudo apt update

E infine installiamo con:

sudo apt-get install spotify-client

L'altro metodo di installazione è il più consigliato, poiché ora gli sviluppatori di Spotify incaricati di fornire supporto Linux si concentreranno su questo.

Il metodo è attraverso un pacchetto snap, oltre a godere di tutti i vantaggi dell'utilizzo di questo tipo di pacchetto nel sistema.

Se utilizzi Ubuntu 14.04 devi installare il supporto per Snap con il seguente comando:

sudo apt install snapd

Installiamo Spotify con:

sudo snap install spotify 

Vacanze dobbiamo attendere che il pacchetto venga scaricato e installato sul sistema, il tempo dipenderà dalla tua connessione Internet, poiché il programma pesa poco più di 170 MB.

Una volta terminata l'installazione, non ci resta che cercare l'applicazione nel nostro menu ed eseguire il client Spotify. Una volta che il client è aperto, potranno accedervi o se non hanno un account dallo stesso client, possono crearne uno.

Qui sceglierai già se sarà gratuito oa pagamento per usufruire dei servizi premium.

Puoi cercare alcune delle promozioni che di solito hanno Spotify in cui ti danno uno o due mesi premium al costo di o due mesi premium a un costo super accessibile, qui in Messico è per meno di un dollaro.

Ora se non vuoi eseguire alcuna installazione sul tuo sistema puoi usare il servizio dal tuo browser, devi solo andare sul sito ufficiale di Spotify e in basso vedremo un'opzione che dice che il web player clicca lì e verrà indirizzato all'URL del web player di Spotify.

Come disinstallare Spotify dal sistema?

Infine, se hai deciso di disinstallare il servizio, per qualsiasi motivo non ci resta che aprire un terminale ed eseguire il seguente comando.

Se hai installato da Snap:

sudo snap remove spotify 

Se l'installazione è stata eseguita dal repository:

sudo apt-get purge spotify-client 

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

5 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   jmfa suddetto

    Grazie.

  2.   kekepascual suddetto

    Grazie mille per il tuo aiuto, non ho usato il pacchetto snap e ha funzionato la prima volta.

  3.   Jaime suddetto

    Se per ogni tutorial o voce che google ha penalizzato per essere obsoleto o sbagliato. Ubunlog andresti al m ...

  4.   Rustan suddetto

    grazie

  5.   Juanjo suddetto

    non mi piace spotifay grazie