KDE Frameworks 6.1 è già stato rilasciato

I framework KDE sono la base del desktop KDE


Come passo precedente al rilascio dell'ambiente desktop KDE Plasma 6.1, la suite di applicazioni KDE Gear, il progetto ha annunciato che KDE Frameworks 6.1 è già stato rilasciato.

Questo è il primo aggiornamento del ramo 6 e aggiunge più di 80 librerie a quelle fornite dal progetto Qt (La base per le interfacce grafiche desktop e applicative.

KDE Frameworks 6.1 è già stato rilasciato

Il rilascio di KDE Frameworks 6.1 è il primo dei tre passi preliminari necessari per il rilascio del prossimo ambiente desktop KDE Plasma 6.1.. Il secondo e il terzo saranno altri due aggiornamenti che saranno con noi il 10 maggio e il 7 giugno. Per il desktop dovremo aspettare fino alla metà di quel mese.

Tra le nuove funzionalità incluse in questo primo aggiornamento c'è a maggiore dimensione della finestra di dialogo per aggiungere nuovi widget sul desktop, un filtro che ci dà la possibilità di vedere o meno le icone simboliche e una migliore navigazione tramite tastiera nelle barre laterali di Kirigami, il componente per creare applicazioni reattive.

In questo momento in cui Microsoft sembra decisa a mandare al cimitero i computer più vecchi di 4 anni, il software libero viene in suo soccorso e KDE non fa eccezione.
L'app Monitor di sistema sarà ora in grado di essere visualizzata correttamente su computer con schede grafiche Intel più vecchie di 10 anni, oltre a migliorare il rendering e i colori delle barre orizzontali nei suoi widget.

Un'altra finestra di dialogo migliorata è la finestra di dialogo Ottieni nuovi elementi grafici. Ora puoi vedere meglio l'avanzamento dei download. Inoltre, sono stati risolti i problemi che causavano un messaggio di errore nelle ricerche, è stato trovato il modo di scaricare quelli che contengono un solo file ed è stata migliorata la presentazione del messaggio di sovrascrittura del file.

Kirigami, che come dicevamo è la libreria per disegnare interfacce adattabili al dispositivo, migliora l'animazione durante lo spostamento delle applicazioni mentre quelle basate su QtQuick non mostreranno più animazioni se sono disabilitate globalmente.

Anche quella che ha ricevuto di più è stata la canzone Breeze in cui è stata raggiunta la coerenza visiva tra pulsanti di opzione, caselle di controllo e il resto dei componenti. Le icone del tema e del selettore dello schermo si adattano alla combinazione di colori del sistema.

Altri miglioramenti riguardano la gestione dei file. L'indicizzatore di file Baloo funziona meglio poiché ora non gestisce più i file su sistemi montati temporaneamente e corregge i bug creati dagli sviluppatori. Inoltre, KDE Plasma 6.1 ora aggiorna l'elenco dei file salvati sul disco a cui è stato effettuato l'accesso di recente utilizzando la finestra di dialogo nel file di configurazione dei dati volatili.

Se non vuoi aspettare fino a giugno per provare tutti questi miglioramenti puoi scaricare la versione unstabile di KDE Neon, una distribuzione basata su Ubuntu che è la prima ad avere i miglioramenti rilasciati da KDE, ovviamente non dovresti usarla per lavori che necessitano di stabilità.

D'altra parte, se sei un utente Kubuntu o Ubuntu Studio, non potrai goderti KDE Plasma 6 almeno fino a ottobre
. Questo desktop è stato rilasciato il 28 febbraio, un giorno prima della scadenza per l'importazione delle funzionalità Debian. Inoltre, trattandosi di una versione con supporto esteso, è stato scelto un desktop la cui stabilità era già provata.

Personalmente utilizzo KDE Neon Unstable e, a parte qualche problema specifico con alcune applicazioni, funziona molto bene.
Si carica velocemente e le app funzionano senza problemi. KDE Neon supporta sia l'uso dei pacchetti Flatpak che Snap, anche se nel secondo caso è necessario installarli da terminale.

La verità è che sono una "Unity Widow", la versione originale e non quella decaffeinata che è stata poi abbandonata da Canonical. Ma, Sebbene KDE sia la mia seconda opzione, penso che questo desktop migliori giorno dopo giorno.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.