La nuova versione di Linux Mint 20.2 è già stata rilasciata

Dopo diversi mesi di sviluppo il lancio di la nuova versione della popolare distribuzione Linux «Linux Mint 20.2»In cui lo sviluppo continua con la base di« Ubuntu 20.04 LTS ».

Ed è che in questa nuova versione che viene presentata di Linux Mint 20.2 una delle sue principali novità è che in esso è inclusa la nuova versione dell'ambiente desktop Cinnamon 5.0, versione che è stata rilasciata poche settimane fa e in cui la progettazione e l'organizzazione del lavoro introduce un componente per tenere traccia del consumo di memoria.

Oltre a questo anche le impostazioni sono fornite per determinare il consumo di memoria massimo consentito dai componenti dal desktop e per impostare un intervallo per il controllo dello stato della memoria. Quando questo limite viene superato, i processi in background di Cinnamon si riavviano automaticamente senza perdere la sessione e mantenendo aperte le finestre dell'applicazione.

In questa nuova versione di Linux Mint 20.2, il metodo per avviare il salvaschermo è stato riprogettato- Invece di lavorare costantemente in background, il processo di salvaschermo ora si avvia solo quando necessario quando si attiva il blocco schermo. La modifica ha permesso di liberare da 20 a centinaia di megabyte di RAM. Inoltre, lo screen saver ora apre una finestra di backup aggiuntiva in un processo separato che consente di bloccare la perdita di ingresso e il dirottamento della sessione anche se lo screen saver non funziona.

Nel file manager, Nemo ha aggiunto la possibilità di cercare per contenuto del file, inclusa la combinazione di ricerca contenuto con ricerca nome file e in modalità doppio pannello, il tasto di scelta rapida F6 è implementato per cambiare rapidamente pannello.

El update manager supporta anche l'installazione automatica di aggiornamenti per spezie e pacchetti in formato Flatpak, oltre a è stato modernizzato per forzare l'aggiornamento del pacchetto di distribuzione. Lo studio ha mostrato che solo il 30% circa degli utenti installa gli aggiornamenti in modo tempestivo, meno di una settimana dopo la loro pubblicazione. Sono state aggiunte ulteriori metriche alla distribuzione per valutare la pertinenza dei pacchetti per il sistema, come il numero di giorni dall'applicazione dell'ultimo aggiornamento.

Per impostazione predefinita, il gestore degli aggiornamenti mostrerà un promemoria se è disponibile un aggiornamento per più di 15 giorni di calendario o 7 giorni lavorativi nel sistema. Vengono conteggiati solo gli aggiornamenti del kernel e delle vulnerabilità. Dopo aver installato l'aggiornamento, la visualizzazione delle notifiche viene disabilitata per 30 giorni e, alla chiusura della notifica, dopo due giorni verrà visualizzato il seguente avviso. Puoi disattivare la schermata di avviso nelle impostazioni o modificare i criteri per la visualizzazione dei promemoria.

Un altro importante cambiamento che si distingue in Linux Mint 20.2 è che Warpinator è stato migliorato per scambiare file tra due computer su una rete locale, come aggiunta la possibilità di selezionare un'interfaccia di rete per determinare su quale rete fornire i file, nonché configurazioni implementate per il trasferimento di dati compressi. È stata sviluppata un'applicazione mobile che consente lo scambio di file con dispositivi basati sulla piattaforma Android.

Si segnalano, d'altro canto, anche i continui miglioramenti alle applicazioni sviluppate nell'ambito dell'iniziativa X-Apps, finalizzata all'unificazione dell'ambiente software nelle edizioni Linux Mint basate su desktop differenti. Xviewer ora ha la possibilità di mettere in pausa una presentazione ccon uno spazio e aggiunge il supporto al formato .svgz, oltre a quello nel visualizzatore di documenti, viene fornita la visualizzazione delle annotazioni nei file PDF sotto il testo e viene aggiunta la possibilità di scorrere il documento premendo la barra spaziatrice, sono state aggiunte nuove opzioni per evidenziare gli spazi nell'editor di testo e la modalità di navigazione in incognito è stata aggiunta al gestore di applicazioni web.

Infine, spicca anche il supporto migliorato per stampanti e scanner. Il pacchetto HPLIP è stato aggiornato alla versione 3.21.2 ei nuovi pacchetti ipp-usb e sane-airscan sono stati aggiornati e inclusi.

Ottieni Linux Mint 20.2

Per chi fosse interessato a poter ottenere questa nuova versione, può farlo da il suo sito ufficiale, il link è. Dovrebbero anche sapere che Linux Mint è offerto con gli ambienti MATE 1.24 con un peso di 2 GB, Cinnamon 5.0 con un peso di 2 GB e Xfce 4.16 con un peso di 1.9 GB.

Linux Mint 20 è classificato come una versione di supporto a lungo termine (LTS), con aggiornamenti da implementare fino al 2025.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Raul suddetto

    Il kernel non è stato aggiornato, la verità è che mi aspettavo di più da questa versione

  2.   Cacoti suddetto

    Insomma più uguali e più uguali, cose nuove per lo più inutili, che si traducono in una distro sempre più ricaricata e quindi sempre più lenta. Lo installi e ti diverti a disinstallare quasi mezza distro. Mint non è più quello di una volta, invece di lavorare sempre più velocità, prestazioni e kernel più aggiornato, è tutto il contrario, lo ricarico sempre di più e così sembra che faccio qualcosa. Attualmente xubuntu dà mille giri a Mint.

  3.   kakitsdelabuens suddetto

    Insomma più uguali e più uguali, cose nuove per lo più inutili, che si traducono in una distro sempre più ricaricata e quindi sempre più lenta. Lo installi e ti diverti a disinstallare quasi mezza distro. Mint non è più quello di una volta, invece di lavorare sempre più velocità, prestazioni e kernel più aggiornato, è tutto il contrario, lo ricarico sempre di più e così sembra che faccio qualcosa. Attualmente xubuntu dà mille giri a Mint.