Linux Mint 20 Ulyana Rilasciato ufficialmente su Cinnamon, XFCE e MATE

Linux Mint 20 Uliana

Un paio di giorni fa, Clement Lefebvre ha caricato le nuove immagini ISO sui suoi server, quindi sapevamo che stava per arrivare, ma ora il rilascio è ufficiale: Linux Mint 20 è ora disponibile. Il nome in codice di questa nuova puntata è Ulyana e arriva basato su Ubuntu 20.04 LTS Focal Fossa, il che significa anche che sarà supportato per 5 anni, fino al 2025 per essere più precisi. Ma se questa versione è importante, è perché include una modifica che non è priva di controversie.

Così e come hanno spiegato all'inizio di giugno, Ulyana ha dichiarato guerra ai pacchetti snap, o più specificamente a snapD, il software responsabile della loro gestione. Lefebvre ha rifiutato di includere un pacchetto installato predefinito fornito da Canonical a partire da Ubuntu 16.04 LTS, in parte per dare agli utenti più libertà o per rimuovere alcuni bloatware. In ogni caso, per chi fosse interessato, potrà riattivare il supporto, come abbiamo spiegato in questo link.

Linux Mint 20 non include il supporto per gli snapd

Il progetto ha pubblicato un totale di sei articoli su questa versione, due per ciascuna delle versioni in cui è disponibile. Il primo ci parla della disponibilità della nuova versione, dei requisiti minimi e delle modalità di aggiornamento. Il secondo di loro è dove il principali novità che sono arrivati, come i seguenti:

  • Basato su Ubuntu 20.04 con 5 anni di supporto.
  • Linux 5.4, con firmware linux 1.187.
  • Le sessioni live eseguite in Virtualbox vengono automaticamente aumentate in risoluzione a 1024 × 768.
  • Snapd disabilitato per impostazione predefinita e i suoi pacchetti APT non possono essere installati.
  • I consigli di APT sono abilitati per impostazione predefinita per i pacchetti installati di recente.
  • Aptulr ha cambiato il suo backend da Synaptic ad Aptdaemon.
  • Warpinator, una nuova app per condividere file tramite WiFi.
  • Miglioramenti al supporto NVIDIA.
  • Miglioramenti della barra delle applicazioni.
  • Nuove versioni degli ambienti grafici: XFCE 4.14, MATE 1.24 e Cinnamon 4.6.
  • Nuovi sfondi e miglioramenti estetici.
  • Miglioramenti di XApps.
  • Elenchi completi delle modifiche in questi collegamenti:

I link per il download di Ulyana sono ora disponibili sulla pagina di download ufficiale del progetto, da cui è possibile accedere qui. Ricordiamo che sono solo disponibile nelle versioni a 64 bit.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

6 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Juan Carlos suddetto

    Ho installato la versione cinnamon e sono dovuto tornare alla 19.3, ho un laptop collegato a un monitor, ma quando accendo il mio desktop si blocca, dopo aver configurato lo schermo del monitor.

  2.   Ignacio suddetto

    Mi sembra che dobbiamo aspettare. Inizia con un consumo di 1gb di ram, è troppo.
    D'altra parte le novità non sono molto eccezionali.
    Per il momento continuerò con Linux Mint 19.3 Cinnamon. Mi sembra che sia una versione matura.
    Aspetterò Linux Mint 20.1 Cinnamon per vedere se hanno corretto alcuni problemi, soprattutto per quanto riguarda il consumo eccessivo di memoria ram.

    1.    Juan Carlos suddetto

      Le novità non sono eccezionali ma mi ha dato l'impressione che la performance fosse decisamente migliore, mi dispiace tornare alla versione 19.3, ma tornerò forse in quella che commentate o forse prima con qualche aggiornamento, proverò virtualbox a guarda come va.

  3.   Giorgio Terzo suddetto

    Sono nuovo a questo ma l'ho installato e funziona molto bene prima di avere Fedora che mi ci è voluto un po 'per abituarmi ma è anche buono e poi sono andato a Mint 18.3 ed era facile da usare e ora vado a Mint 20 e ha migliorato un po 'il desktop e non ho visto complicazioni nel suo utilizzo che mi sono piaciute

  4.   user12 suddetto

    Bene, penso lo stesso dell'utente sopra: per le poche notizie che mi offre Linux MInt 20, preferisco rimanere come sono con LM 19.3

    Un po 'deludente la nuova versione e un pasticcio perfetto quello che hanno fatto con Chromium

  5.   Rafael suddetto

    Una distro molto pulita e facile da usare. Peccato che invece di collaborare con Canonical, finiscano tra i due complicando la vita dell'utente. L'ho usato per molti anni fino a quando non ha abbandonato kde ed è migrato a kubuntu.