MariaDB 10.5 arriva con il nuovo motore S3, modifiche alle autorizzazioni e altro ancora

Dopo un anno di sviluppo e quattro versioni prerelease, la prima versione stabile di la nuova filiale di "MariaDB 10.5", in cui vengono presentati nuovi motori, alcune modifiche alle autorizzazioni, ridenominazione dei file e altre cose.

Per chi non ha familiarità con MariaDB, dovresti sapere di cosa si tratta un database il cui framework è sviluppato da un ramo di MySQL, che mantiene la compatibilità con le versioni precedenti e si distingue per l'integrazione di motori di archiviazione aggiuntivi e funzionalità avanzate.

Miglioramenti chiave per MariaDB 10.5

Delle principali modifiche che si distinguono da questa nuova versione, possiamo trovare l'aggiunta di due motori di archiviazione, uno di questi è il Motore S3, cosa funziona per ospitare tabelle MariaDB in Amazon S3 o in qualsiasi altro archiviazione cloud pubblico o privato che supporta l'API S3.

S3 supporta tabelle regolari e partizionate (partizionate). Quando le tabelle partizionate vengono posizionate nel cloud, possono essere utilizzate direttamente, anche da un altro server che ha accesso allo storage S3.

L'altro motore di stoccaggio che è stato aggiunto è ColumnStore, che memorizza i dati nei collegamenti delle colonne e utilizza un'architettura distribuita massicciamente parallela.

Il motore si basa sulla base di archiviazione MySQL di InfiniDB ed è progettato per organizzare l'elaborazione e l'esecuzione di query analitiche su grandi set di dati (Data Warehouse).

Un altro cambiamento importante è stato nel rinominare i file eseguibili che iniziano con la parola "Mysql" vengono rinominati utilizzando la parola "mariadb". I vecchi nomi vengono salvati come collegamenti simbolici.

Si evidenzia anche questo completamento dei lavori sulla separazione dei privilegi en componenti più piccoli. Invece del privilegio SUPER generale, una serie di privilegi opzionali "BINLOG ADMIN", "BINLOG REPLAY", "CONNECTION ADMIN", "FEDERATED ADMIN", "READ_ONLY ADMIN", "REPLICATION MASTER ADMIN", "REPLICATION SLAVE ADMIN" e "SET USER".

a alcune espressioni, i privilegi richiesti sono stati modificati per eseguirli.

Per esempio: MOSTRA EVENTI BINLOG ora richiede diritti di MONITOR BINLOG al posto di REPLICA SCHIAVO, MOSTRA OSPITI SLAVE richiede privilegi di REPLICA MASTER ADMIN.

Il record binario utilizzato per la replica dell'organizzazione, il nuovi campi sono stati aggiunti ai metadati, inclusi chiave primaria, nome colonna, set di caratteri e tipo di geometria.

La costruzione DROP TABLE ora rilascia in modo affidabile le tabelle Rimangono nel motore di archiviazione, anche se non sono presenti file ".frm" o ".par".

Il meccanismo di replica multi-master sincrono di Galley aggiunge il supporto completo per GTID (ID transazione globale), comune a tutti i nodi nel gruppo di identificatori di transazione.

Transizione al nuovo ramo della libreria PCRE2 (Perl Compatible Regular Expressions), invece della classica serie PCRE 8.x.

Inoltre, vengono proposte nuove versioni di collegamenti per connettersi a MariaDB e MySQL dai programmi Python e MariaDB Connector, Python 1.0.0 e MariaDB Connector / C 3.1.9.

Delle altre modifiche presentate in questa nuova versione:

  • In operazioni «ALTER TABLE"E"TABELLA RINOMINARE«, Viene aggiunto il supporto per la condizione«SE ESISTE»Eseguire l'operazione solo se la tabella esiste;
  • Per gli indici nell'attributo «CREA TABELLA»« VISIBILE »è implementato.
  • Aggiunta l'espressione "CYCLE" per identificare i cicli CTE ricorsivi.
  • L'ottimizzatore del rendering dell'intervallo tiene conto di IS NULL
  • Ho implementato una versione con accelerazione hardware della funzione crc32 () per CPU AMD64, ARMv8 e POWER 8.
  • L'utilità mariadb-binlog e i comandi SHOW BINLOG EVENTS e SHOW RELAYLOG EVENTS visualizzano i flag di replica.
  • Sono state introdotte numerose ottimizzazioni delle prestazioni del motore InnoDB.
  • Modificate alcune tinture predefinite. Parametro innodb_encryption_threads è stato aumentato a 255 e il valore di max_sort_length è aumentato da 4 a 8.
  • Significativamente ridotta la dimensione dei file temporanei utilizzati durante l'ordinamento con i tipi VARCHAR, CHAR e BLOB.

Infine, se vuoi saperne di più su questa nuova versione, puoi consultare l'elenco completo dei file modifiche nel seguente collegamento. 


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.