NVIDIA 495.44 arriva con miglioramenti del supporto per la serie RTX 30xx e altro

NVIDIA ha recentemente rilasciato il rilascio di la prima versione stabile del nuovo ramo di driver proprietari "NVIDIA495.44" in cui è stato eliminato il supporto per vari modelli tra cui la serie GeForce 600,700, Nvidia quadro, tra gli altri.

Oltre a ciò anche in contemporanea è stato proposto un aggiornamento per il ramo stabile di NVIDIA 470.82.00 in cui sono state inserite alcune correzioni di bug.

NVIDIA 495.44 Nuove funzionalità principali

In questa nuova versione che viene presentata dei driver possiamo trovare che aggiunto supporto per GBM API (Generic Buffer Manager) e aggiunto il collegamento simbolico nvidia-drm_gbm.so che punta al backend libnvidia-allocator.so compatibile con il bootloader Mesa 21.2 GBM.

Inoltre, anche Supporto EGL per la piattaforma GBM (EGL_KHR_platform_gbm) è implementato utilizzando la libreria egl-gbm.so. La modifica ha lo scopo di migliorare il supporto Wayland sui sistemi Linux con driver NVIDIA.

Si evidenzia anche questo aggiunto un flag di supporto per la tecnologia PCI-e Resizable BAR (Registri di indirizzi di base), che consente alla CPU di accedere a tutta la memoria video della GPU e in alcune situazioni, aumenta le prestazioni della GPU del 10-15%. L'effetto di ottimizzazione è chiaramente visibile nei giochi Horizon Zero Dawn e Death Stranding. La barra ridimensionabile è compatibile solo con le schede grafiche della serie GeForce RTX 30.

Inoltre, viene evidenziato il modulo kernel aggiornato nvidia.ko, che ora può essere caricato senza una GPU NVIDIA supportata, ma con un dispositivo NVIDIA NVSwitch nel sistema e i requisiti per la versione minima del kernel Linux supportata sono stati aumentati da 2.6.32 a 3.10.

Delle altre modifiche che si distinguono da questa nuova versione:

  • Aggiunto supporto per l'estensione EGL EGL_NV_robustness_video_memory_purge.
  • Supporto esteso per l'API grafica Vulkan. Sono state implementate le estensioni VK_KHR_present_id, VK_KHR_present_wait e VK_KHR_shader_subgroup_uniform_control_flow.
  • Aggiunta l'opzione della riga di comando "–no-peermem" a nvidia-installer per disabilitare l'installazione del modulo del kernel nvidia-peermem.
  • Il supporto per NvIFROpenGL è stato rimosso ed è stata rimossa la libreria libnvidia-cbl.so, che ora viene fornita in un pacchetto separato, anziché come parte del driver.
  • Risolto un problema che causava l'arresto anomalo del server X all'avvio di un nuovo server con tecnologia PRIME.
  • Il supporto per le serie GeForce 700, GeForce 600, GeForce 600M, Quadro NVS 510, Quadro K600, Quadro K4xx e GRID K520 è stato rimosso.

Infine se vuoi saperne di più Riguardo al rilascio di questa nuova versione dei driver, puoi controllare il seguente collegamento.

Come installare i driver NVIDIA su Ubuntu e derivati?

Per installare questo driver andremo al seguente link dove lo scaricheremo.

Nota: prima di eseguire qualsiasi processo è importante verificare la compatibilità di questo nuovo driver con la configurazione del computer (sistema, kernel, intestazioni linux, versione Xorg).

Dal momento che in caso contrario, puoi finire con uno schermo nero e in nessun momento ne siamo responsabili poiché è una tua decisione se farlo o meno.

Scarica ora procediamo alla creazione di una blacklist per evitare conflitti con i driver gratuiti nouveau:

sudo nano /etc/modprobe.d/blacklist-nouveau.conf

E in esso aggiungeremo quanto segue.

blacklist nouveau

blacklist lbm-nouveau

options nouveau modeset=0

alias nouveau off

alias lbm-nouveau off

Fatto ciò, ora riavvieremo il nostro sistema in modo che la lista nera entri in vigore.

Una volta riavviato il sistema, ora fermeremo il server grafico (interfaccia grafica) con:

sudo init 3

Nel caso in cui avessi una schermata nera all'avvio o se hai fermato il server grafico, ora accediamo a un TTY digitando la seguente configurazione dei tasti "Ctrl + Alt + F1".

Se hai già una versione precedente, Si consiglia di eseguire la disinstallazione per evitare possibili conflitti:

Non ci resta che eseguire il seguente comando:

sudo apt-get purge nvidia *

E ora è il momento di eseguire l'installazione, per questo daremo i permessi di esecuzione con:

sudo chmod +x NVIDIA-Linux*.run

Ed eseguiamo con:

sh NVIDIA-Linux-*.run

Alla fine dell'installazione dovrai solo riavviare il computer in modo che tutte le modifiche vengano caricate all'avvio.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.