NVIDIA ha rilasciato i driver video per Linux

recentemente Nvidia svelata attraverso un annuncio ha deciso di rilasciare il codice di tutti i moduli del kernel forniti nella tua suite di driver video per Linux.

Il codice rilasciato è stato rilasciato sotto le licenze MIT e GPLv2. La possibilità di creare moduli è fornita per le architetture x86_64 e aarch64 su sistemi che eseguono il kernel Linux 3.10 e versioni successive, sebbene le librerie firmware e userspace come CUDA, OpenGL e stack Vulkan rimangano di proprietà di Nvidia. .

Si prevede che la pubblicazione del codice portare ad un aumento significativo sull'usabilità delle GPU Nvidia su sistemi Linux, migliorare l'integrazione con il sistema operativo e semplificare la consegna dei driver e i problemi di debug.

Gli sviluppatori di Ubuntu e SUSE hanno già annunciato la formazione di pacchetti basato su moduli aperti.

Avere moduli aperti semplificherà anche l'integrazione dei driver Nvidia con sistemi basati su build personalizzate non standard del kernel Linux. Per Nvidia, l'open source migliorerà la qualità e la sicurezza dei driver Linux attraverso un maggiore coinvolgimento della comunità e la capacità di revisione di terze parti e auditing indipendente.

Si noti che la base open source presentata viene utilizzata contemporaneamente nella formazione di driver proprietari, in particolare viene utilizzata nel ramo beta 515.43.04 rilasciato oggi.

In questo caso, il repository chiuso è il repository principale e la base di codice open source proposta verrà aggiornata per ogni versione di driver proprietari sotto forma di conversione dopo alcune elaborazioni e pulizie. Non viene fornita la cronologia delle modifiche individuali, ma solo il commit complessivo per ciascuna versione del driver (il codice dei moduli per il driver 515.43.04 è attualmente rilasciato).

Tuttavia, i rappresentanti della comunità hanno l'opportunità di presentare domande pull tab per promuovere le correzioni e le modifiche al codice del modulo, ma queste modifiche non si rifletteranno come modifiche separate nel repository aperto, ma prima sarà integrato nel repository chiuso principale e solo allora trasferito con il resto delle modifiche da aprire. La partecipazione allo sviluppo richiede la firma di un accordo sul trasferimento dei diritti di proprietà del codice trasferito a NVIDIA (Contributor License Agreement).

Il codice del modulo del kernel è diviso in due parti: componenti comuni non legati al sistema operativo e uno strato per l'interfacciamento con il kernel Linux. Per ridurre i tempi di installazione, i componenti comuni vengono ancora forniti in driver NVIDIA proprietari come file binario preassemblato e il livello viene assemblato su ciascun sistema, tenendo conto della versione corrente del kernel e della configurazione disponibile. Sono forniti i seguenti moduli del kernel: nvidia.ko, nvidia-drm.ko (Direct Rendering Manager), nvidia-modeset.ko e nvidia-uvm.ko (Unified Video Memory).

La il supporto per le serie GeForce e le GPU per workstation è considerato di qualità alfa, ma le GPU dedicate basate sull'architettura NVIDIA Turing e NVIDIA Ampere utilizzate nel Data Center for Parallel Computing and Data Acceleration (CUDA) sono completamente supportate, completamente testate e adatte per l'uso in progetti aziendali. driver proprietari).

stabilizzazione del supporto GeForce e GPU per le workstation è previsto per le versioni future. Infine, il livello di stabilità della base open source sarà portato allo stato dei driver proprietari.

Nella sua forma attuale, l'inclusione di moduli pubblicati nel kernel principale non è possibile, in quanto non soddisfano i requisiti del kernel per lo stile di codifica e le convenzioni di architettura, ma Nvidia intende collaborare con Canonical, Red Hat e SUSE per risolvere questo problema e stabilizzare le interfacce di programmazione del controller. Inoltre, il codice rilasciato può essere utilizzato per migliorare il core driver open source Nouveau, che utilizza lo stesso firmware GPU del driver proprietario.

finalmente se lo sei interessati a saperne di più, puoi controllare i dettagli in il seguente collegamento.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.