Pale Moon 28.17 arriva per risolvere il problema del consumo di CPU e altro ancora

Il lancio di la nuova versione di Pale Moon 28.17 in quale evidenzia che ha ripreso dal supporto per l'API del filesystem DOM, così come la soluzione a un problema che ha generato un elevato utilizzo della CPU dopo il ritorno dalla modalità di sospensione, tra le altre cose.

Per coloro che non hanno familiarità con Pale Moon, dovresti saperlo questo è un fork del codice base di Firefox incentrato sul fornire prestazioni migliori, preservare l'interfaccia classica, ridurre al minimo il consumo di memoria e fornire ulteriori opzioni di personalizzazione.

El proyecto aderisce alla classica organizzazione dell'interfaccia, senza passare all'interfaccia Australis integrato in Firefox 29 e fornisce ampie opzioni di personalizzazione.

Pale Moon 28.17 Novità principali

Nella nuova versione il formato della data e dell'ora nell'interfaccia è stato adattato per corrispondere alle impostazioni internazionali del sistema operativo, Inoltre, è stato ripristinato il supporto per l'API del file system DOM per migliorare la compatibilità con le applicazioni web.

Un altro importante cambiamento di questa nuova versione, è in il codice per l'override dell'agente utente globale, che è stato spostato nel componente di rete ed è ora controllato tramite il parametro network.http.usergent.global_override. Se si modifica questo parametro, il browser visualizza un avviso con la possibilità di ripristinare le impostazioni, poiché influisce sul funzionamento delle modalità di compatibilità.

Da parte di correzioni di bug, si nota che i problemi con la progettazione delle tabelle degli elementi sono stati corretti, Inoltre, è stato risolto un problema con un elevato utilizzo della CPU dopo il ritorno dalla modalità di sospensione e l'elenco delle porte di rete a cui è vietata la connessione è stato aggiornato. In particolare, le porte utilizzate negli attacchi di trasferimento NAT sono state aggiunte alla lista nera.

Tra gli altri cambiamenti che si distinguono di questa nuova versione:

  • Nel compilatore JIT, alcune ottimizzazioni specializzate sono disabilitate per impostazione predefinita e causano blocchi e problemi.
  • Aggiunta l'impostazione javascript.options.ion.inlining per restituire i dati di ottimizzazione.
  • Sulla piattaforma Windows è stata modificata la gestione del download di file senza estensioni, Pale Moon non prova più ad avviare tali file, ma mostra il contenuto della directory con il file scaricato.
  • Elenco aggiornato dei certificati radice.

Infine, se vuoi saperne di più su questa nuova versione del browser, puoi controllare i dettagli nel seguente link

Come installare il browser web Pale Moon su Ubuntu e derivati?

Per coloro che sono interessati a poter installare questo browser web sulla loro distribuzione, devono solo aprire un terminale nel sistema e digitare uno dei seguenti comandi.

Il browser ha repository per ogni versione di Ubuntu che ha ancora il supporto corrente. E in questa nuova versione del browser c'è già il supporto per Ubuntu 20.10. Devono solo aggiungere il repository e installare digitando i seguenti comandi:

echo 'deb http://download.opensuse.org/repositories/home:/stevenpusser/xUbuntu_20.10/ /' | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/home:stevenpusser.list curl -fsSL https://download.opensuse.org/repositories/home:stevenpusser/xUbuntu_20.10/Release.key | gpg --dearmor | sudo tee /etc/apt/trusted.gpg.d/home:stevenpusser.gpg> / dev / null sudo apt update sudo apt install palemoon

Mentre per coloro che sono utenti Ubuntu 20.04 Apriranno un terminale (Ctrl + Alt + T) e in esso digiteranno quanto segue:

sudo sh -c "echo 'deb sudo sh -c "echo 'deb http://download.opensuse.org/repositories/home:/stevenpusser/xUbuntu_20.04/ /' > /etc/apt/sources.list.d/home:stevenpusser.list"
wget -nv https://download.opensuse.org/repositories/home:stevenpusser/xUbuntu_20.04/Release.key -O Release.key
sudo apt-key add - < Release.key
sudo apt-get update 
sudo apt-get install palemoon 

Adesso per utenti che utilizzano la versione Ubuntu 18.04 LTS eseguire quanto segue:

sudo sh -c "echo 'deb http://download.opensuse.org/repositories/home:/stevenpusser/xUbuntu_18.04/ /' > /etc/apt/sources.list.d/home:stevenpusser.list"
wget -nv https://download.opensuse.org/repositories/home:stevenpusser/xUbuntu_18.04/Release.key -O Release.key
sudo apt-key add - < Release.key
sudo apt-get update 
sudo apt-get install palemoon

Finalmente per chiunque Utenti di Ubuntu 16.04 LTS eseguiranno i seguenti comandi nel terminale:

sudo sh -c "echo 'deb sudo sh -c "echo 'deb http://download.opensuse.org/repositories/home:/stevenpusser/xUbuntu_16.04/ /' > /etc/apt/sources.list.d/home:stevenpusser.list"
wget -nv https://download.opensuse.org/repositories/home:stevenpusser/xUbuntu_16.04/Release.key -O Release.key
sudo apt-key add - < Release.key
sudo apt-get update 
sudo apt-get install palemoon

E questo è tutto, puoi iniziare a utilizzare questo browser web.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.