Spotify: come installarlo facilmente su Ubuntu

Spotify

Se ti consideri un amante della musica e un fan assoluto della piattaforma di musica in streaming svedese, allora dovresti saperlo come installare il client Spotify ufficiale nella tua distribuzione Ubuntu. Naturalmente, questo tutorial può essere utilizzato anche per altre distribuzioni basate su Ubuntu o Debian. E, come vedrai, è molto semplice, spiegato passo dopo passo.

facile accesso a milioni di canzoni da tutti gli stili e gli artisti che puoi immaginare e persino dai consumatori di podcast. Il servizio musicale più popolare che ha già affascinato centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Inoltre, dovresti sapere che può essere utilizzato sia gratuitamente, con annunci e in abbonamento, per renderti premium e avere una serie di privilegi.

Per quanto riguarda i passaggi per installa l'app client Spotify Sui sistemi basati su DEB, i passaggi da seguire sono:

  • Il primo è aggiungi il repository ufficiale di Spotify ai tuoi repository, per fare ciò, esegui i seguenti comandi, il primo per importare la chiave e il secondo per aggiungere il repository:
curl -sS https://download.spotify.com/debian/pubkey_5E3C45D7B312C643.gpg | sudo apt-key add -
echo "deb http://repository.spotify.com stable non-free" | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/spotify.list
  • Ora puoi installa l'app client Spotify dai repository con questo altro comando:
sudo apt-get update && sudo apt-get install spotify-client

Una volta fatto, puoi andare al launcher dell'applicazione del tuo Ubuntu (o della distribuzione in cui ti trovi) e puoi cercare Spotify. Vedrai che appare l'icona del popolare servizio musicale on demand. Puoi ancorarlo alla barra se vuoi.

Ricorda che la prima volta che lo esegui ti chiederà il tuo credenziali se hai già un account Spotify, in caso contrario, puoi registrarti in quel momento. Fatto ciò, potrai accedere alla tua libreria musicale che avevi già configurato su altri dispositivi, poiché è nel cloud...


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.