Ubuntu MATE 20.10 arriva con indicatori Ayatana, Active Directory e queste altre novità

Ubuntu MATE 20.10 Groovy Gorilla

Continuando con il lancio di Groovy Gorilla, dobbiamo parlare dell'atterraggio di Ubuntu MATE 20.10. Come il resto dei fratelli del mese di ottobre 2020, arriva con novità, ma non così importanti come quelle lanciate sei mesi fa o quelle che ha incluso Ubuntu Budgie 20.10, sapore che ha introdotto un ampio elenco in questa versione. Dando uno sguardo al nota di rilascio, possiamo vedere che le modifiche evidenziate non attirano molta attenzione.

La prima cosa che Monica Madon e Martin Wimpress, che hanno firmato la nota, hanno menzionato è che Ubuntu MATE 20.10 arriva con MATE 1.24.1. Ma anche se i bug sono stati corretti e nuove funzionalità sono state aggiunte sfruttando questo lancio, ci ricordano anche che chi vuole un lancio più sicuro, in termini di stabilità, dovrebbe rimanere nella Focal Fossa che è stata lanciata ora sei mesi fa.

Punti salienti di Ubuntu 20.10 Groovy Gorilla

  • Linux 5.8.
  • Supportato per 9 mesi, fino a luglio 2021.
  • Compagno 1.24.1.
  • Active Directory o Active Directory, qualcosa che può essere collegato dall'installazione del sistema operativo.
  • C'è un importante cambiamento interno, che sono gli indicatori Ayana. Sono un fork dei flag di Ubuntu che sono stati inizialmente creati per GNOME 2.
  • Usano anche Artica Greeter.
  • Cheese è stata sostituita da Webcamoid come app fotocamera predefinita.
  • Supporto per Raspberry Pi 4, ma l'immagine verrà rilasciata tra pochi giorni.
  • Applicazioni aggiornate alle ultime versioni, come Firefox 81, che sarà presto aggiornato alla v82, LibreOffice 7.0.2, Evolution 3.38 e Celluloid 0.18.
  • Miglioramenti della sicurezza.
  • BlueZ 5.55, che, aggiunto alle patch del kernel, corregge il difetto di sicurezza Bluetooth noto come BleedingTooth.
  • Gestore di rete 1.26.2.

Ubuntu MATE 20.10 Groovy Gorilla ora disponibile dal sito Web dello sviluppatore, a cui possiamo accedere questo link. Gli utenti esistenti possono eseguire l'aggiornamento utilizzando il comando "sudo do-release-upgrade -d" senza virgolette.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)