Wine 7.21 arriva con miglioramenti per PE, Vulkan e altro

Vino su Linux

Wine è una reimplementazione dell'interfaccia di programmazione delle applicazioni Win16 e Win32 per i sistemi operativi basati su Unix.

Il lancio di la nuova versione sperimentale di Vino 7.21. Dal rilascio della versione 7.20, sono state chiuse 25 segnalazioni di bug e sono state apportate 354 modifiche.

Per coloro che non conoscono il vino, dovrebbero saperlo questo è un popolare software gratuito e open source che consente agli utenti di eseguire applicazioni Windows su Linux e altri sistemi operativi simili a Unix. Per essere un po' più tecnico, Wine è un livello di compatibilità che traduce le chiamate di sistema da Windows a Linux e utilizza alcune librerie di Windows, sotto forma di file .dll.

Wine è uno dei modi migliori per eseguire applicazioni Windows su Linux. Inoltre, la community di Wine dispone di un database di applicazioni molto dettagliato.

Principali novità della versione di sviluppo di Wine 7.21

Nella nuova versione di Wine 7.21 la libreria OpenGL modificato per utilizzare il formato di file eseguibile PE (Portable Executable) invece di ELF, inoltre è stato aggiunto il supporto per build multi-architettura in formato PE.

Un altro cambiamento che spicca in questa nuova versione è quello sono stati fatti i preparativi per supportare l'esecuzione di programmi a 32 bit che utilizzano l'API grafica Vulkan in un ambiente a 64 bit. Inoltre, è stata fornita la possibilità di importare le librerie senza utilizzare l'utilità dlltool.

Ci sono 25 correzioni di bug note con Wine 7.21 che aiutano software come fotoBiz X, Visual Studio, Kaseya Live Connect 9.5.0.28, DipTrace, foobar2000, Cherry MIDI sequencer, Winfile, Adobe Reader XI, insieme a vari giochi come StarBurn 13, Euphoria, Darksiders Genesis, The Medium, Hotel Giant 2 , Port Royale 2, Gotico 1.

Delle altre modifiche che risaltano:

  • Correzione dei formati di traccia per valori a 64 bit su ARM64.
  • Le dipendenze del modulo a 64 bit sono state caricate solo dalla directory di sistema a 64 bit.
  • KeUserModeCallback reimplementato su i386.
  • Rimosso il supporto per le librerie Unix "ibride".
  • Immettere un nuovo flag di winebuild --sin-dlltool.
  • È stata implementata la generazione di import lib senza dlltool.
  • Le tabelle Unwind sono abilitate per impostazione predefinita sui file PE.
  • Generazione della libreria di importazione ritardata implementata senza dlltool.
  • Corretto il valore del suggerimento di importazione per i simboli importati per nome.
  • Descrittore di importazione del ritardo inserito nella sezione dati.
  • Una chiave pthread viene ora utilizzata per TEB su tutte le piattaforme.
  • nls: aggiorna i dati delle impostazioni locali alla versione 42 di CLDR.
  • kernelbase: aggiorna i dati del fuso orario alla versione 2022f.
  • win32u: usa sempre il join completo per le voci di sysparams.
  • ntdll: non inserire NtCurrentTeb() in linea nelle librerie Unix.
  • openal32: rimuove la dll.
  • Ripristina "light.msstyles: aggiungi metriche non client".
  • ntdll: aggiunge una classe di informazioni sul processo specifica per Wine per la copia LDT.

Infine è importante menzionarlo il rilascio del candidato e il periodo di blocco delle funzionalità inizia il mese prossimo per Wine 8.0, mentre Wine 7.21 è una delle poche versioni rimaste di funzionalità bisettimanali.

Se vuoi saperne di più su questa nuova versione di sviluppo di Wine rilasciato, puoi controllare il registro di modifiche nel seguente collegamento. 

Come installare la versione di sviluppo di Wine 7.21 su Ubuntu e derivati?

Se sei interessato a provare questa nuova versione di sviluppo di Wine sulla tua distribuzione, puoi farlo seguendo le istruzioni che condividiamo di seguito.

Il primo e più importante passo sarà abilitare l'architettura a 32 bit, che sebbene il nostro sistema sia a 64 bit, eseguire questo passaggio ci evita molti problemi che di solito si verificano, poiché la maggior parte delle librerie di Wine sono focalizzate sull'architettura a 32 bit.

Per questo scriviamo sul terminale:

sudo dpkg --add-architecture i386

Ora dobbiamo importare le chiavi e aggiungerle al sistema con questo comando:

wget -nc https://dl.winehq.org/wine-builds/Release.key
sudo apt-key add Release.key

Fatto questo adesso aggiungeremo il seguente repository al sistema, per questo scriviamo nel terminale:

sudo apt-add-repository "deb https://dl.winehq.org/wine-builds/ubuntu/ $(lsb_release -sc) main"
sudo apt-get update sudo apt-get --download-only install winehq-devel
sudo apt-get install --install-recommends winehq-devel
sudo apt-get --download-only dist-upgrade

Infine possiamo verificare di avere già installato Wine e anche quale versione abbiamo nel sistema eseguendo il seguente comando:

wine --version

Come disinstallare Wine da Ubuntu o da qualche derivato?

Per quanto riguarda coloro che vogliono disinstallare Wine dal proprio sistema per qualsiasi motivo, Dovrebbero eseguire solo i seguenti comandi.

Disinstalla la versione di sviluppo:

sudo apt purge winehq-devel
sudo apt-get remove wine-devel
sudo apt-get autoremove

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.