Pannello Kubuntu, i tre tipi di pannelli che tutti dovremmo conoscere

Elenco delle finestre del pannello di Kubuntu

Kubuntu è così personalizzabile che è improbabile che conosciamo e memorizzeremo tutte le opzioni che ci offre. In questo senso, ricorda molto Ubuntu prima di passare a Unity o all'attuale Ubuntu MATE, ma con un'immagine molto più attenta. In effetti, direi che è più facile da configurare. Quello di cui vi parleremo oggi sono i diversi pannelli Kubuntu o Pannello Kubuntu, più precisamente nella parte centrale dove vengono visualizzate le applicazioni aperte.

Come possiamo fare con l'Application Launcher (qui li avete), che ha il simbolo di Kubuntu, Plasma o un altro a seconda del tema scelto, il Task manager È disponibile in tre diverse opzioni: Task Manager, Task Manager di sole icone ed Elenco finestre. Per accedervi non ci resta che cliccare con il tasto destro sulla barra in basso (dove sono presenti le app aperte) e scegliere "Alternative", selezionarne una e cliccare su "Cambia". Ognuno ha le sue funzioni.

Il pannello Kubuntu ha alternative per tutti i gusti

  • Task manager: è ciò che viene fornito di default. È la cosa più vicina a ciò che era in Windows XP o Ubuntu MATE, ad esempio, dove viene mostrato un piccolo banner dell'app che può cambiare colore se lo abbiamo selezionato o meno e durante l'esecuzione di alcune attività. Se ne abbiamo molti aperti, si accumuleranno.
  • Solo icone del task manager: è quello che sto usando in questo momento. Questa sezione diventerà qualcosa di simile a un Dock, cioè quando apriamo un'app, la sua icona verrà visualizzata con un indicatore in alto che indica che è aperta. Possiamo anche ancorarli in modo che siano sempre accessibili. Le differenze con un vero Dock sono che non possiamo centrare le app, che a destra c'è il Tray ea sinistra c'è l'Application Launcher.
  • Elenco finestre: qui vediamo solo un'icona. Quando facciamo clic su di esso, viene visualizzato un pannello in cui vediamo le applicazioni aperte.

Se te lo stai chiedendo, sì puoi avere un Dock in Kubuntu senza dover installare nulla. Per fare ciò, basta creare un pannello, centrarlo e aggiungere il Task Manager con solo icone. Lo svantaggio, ovviamente, è che dovremmo mettere il vassoio e il programma di avvio delle applicazioni altrove. Nel seguente (breve) video puoi vedere le tre opzioni, come passare da una all'altra e come trasformare un pannello in un sostituto del Dock. L'ho fatto sopra per non cambiare nulla nella configurazione di come l'ho ora, ma può essere fatto su tutti e 4 i lati dello schermo.

Qual è il pannello Kubuntu che ti piace di più?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.